Coltiviamo l'invisibile

Il laboratorio di indagine territoriale di Filo Rosso Non Solo Food



A Bologna nasce un progetto di laboratorio di indagine territoriale dal titolo esemplificativo "Filo Rosso Non Solo Food".

Il 18 ottobre abbiamo compiuto un anno di lavoro raccogliendo 110 testimonianze, dalla governance alle PMI, passando per il punto di vista della ristorazione. Crediamo fermamente, dimostrando con dati e numeri, che Chef e ristorazione possano davvero avviare il cambiamento, essendo sede di cultura e formazione anche per il consumatore finale.

Nella logica del lavoro svolto, sulla traccia delle linee guida del FOOD2030, sono due le inchieste che stiamo portando avanti: l'agricoltura urbana e periurbna, sottoposta alla mancanza di ricambio generazionale e conseguente abbandono delle terre destinate all'inevitabile dissesto idrogeologico e quella ancora più grave della sparizione dei negozi di quartiere come fruttivendolo e pescherie, che condizionano la formazione del consumatore. L'importanza di dare valore alla filiera, di sostenere la ricerca e l'innovazione, sono azioni con tempo limitato.

Una campagna di formazione e promozione sulle reali possibilità di coinvolgere tutti gli stakeholder, gli attori destinati ad agire sulle food policy territoriali, è l'unica via possibile per aiutare a velocizzare il cambiamento di paradigma, per altro già in atto tra le mura delle PMI.

Aggiungo che il nostro obiettivo vuole essere diventare un collante tra la comunicazione istituzionale e quella generalista, motivando approfondimenti sulla radiografica del territorio, di provincia in provincia, supportati da base scientifica e fonti certe, al fine di sostenere le infinite domande degli imprenditori coinvolti, su tutta la filiera agroalimentare, che a più voci lanciano appelli, a volte inascoltati, ma spesso elusi dalla presenza di informazione sulle azioni già in atto a livello governativo. I nostri approfondimenti sono supportati da speciali televisivi, live streaming e world cafè in presenza in un tour di eventi (2021-23) che hanno lo scopo di raccogliere e promuovere progetti di una rete di valori unica in Italia.


In presenza, lunedi 18 ottobre si è tenuto a La Porta Restaurant di Bologna, il primo evento di sintesi del progetto, accogliendo tra le mura eleganti di una delle sedi di progetto, ospiti illustri che hanno tracciato il fil rouge che ci unisce dalle strategie F2F, al PNRR, passando per la vera notizia: c'è nell'aria, a livello europeo, il terribile pericolo che la Dieta Mediterranea e tutti i progetti di valorizzazione annessi e connessi, sia destinata a perdere importanza.

Un altro capitolo di approfondimento ci arriva dalla ricerca. Scienziati di tutto il mondo hanno lanciato allarmi di ogni genere e il cambiamento climatico, sotto gli occhi di tutti, li conferma. Tecnici della progettazione territoriale, da decenni studiano, monitorano e sviluppano strategie complesse e inter-compartimentali, sviluppando politiche di supporto, che hanno avuto l'onore di essere recepite dal Green Deal e le strategie F2F e Biodiversità.

Un esempio è il MUFPP, ma non solo. Oggi esiste anche l'Atlante del Cibo e quello del Mare.

Report di analisi provenienti da enti di ricerca e reti di ricercatori, propongono strumenti accessibili a ogni tipo di analisi territoriale. Eppure da una nostra indagine le PMI non sanno che esistono. Il problema non è fare arrivare la notizia, essa c'è in aule tecniche. Il vero tema è la frammentazione delle informazioni e testimonianze.

Pe la stessa comunicazione, promozione e, sottolineo, il marketing, la ricerca dello status quo, richiede studio, formazione, fonti accreditate e testimonianze imprenditoriali, oltre che scientifiche.

Il lavoro del professionista in campo editoriale, richiede oggi una volontà ferma. Si cerca tra le pagine infinite del web, o al telefono, scartando l'immenso mondo dei social, andando oltre i 140 caratteri e alzando la voce. Perché la regola che ci insegnano all'inizio di dare voce a un albero che cade, più che al bosco che cresce, è purtroppo, sempre valida.


Questa capillare e certosina valorizzazione di storie imprenditoriali, confutate da un obiettivo comune è, di fatto, la nostra mission. Per tale ragione la rete di valori e contenuti, in ambito provinciale, oggi seleziona testimonianze spesso dimenticate; scala i vertici degli attori della governance alla ricerca di risposte; mette a sistema domande e risposte, offrendo l'opportunità di aderire come partner, di confrontarsi su processi di produzione e progetti a medio e lungo termine.




Vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno seguito, supportato. Vi rimandiamo (a breve) alla pubblicazione del primo capitolo dell'ebook, con preziose testimonianze e le interviste per gli speciali tv. (Media e Media 93)

Inoltre, si avvia la fase di confronto sugli strumenti messi a disposizione della rete d'impresa grazie alla presenza di due importanti collaborazioni, Biorfarm e IN-Group, con eventi e class room dedicate che affiancano il programma di raccolta di testimonianze per tutto il 2022.


Per partecipare e avere informazioni chiamare la redazione al 3475109352 oppure scrivere a press.filorosso@gmail.com