La rete d'impresa: valori e opportunità

Cosa accade quando all'interno di una rete d'impresa sono i valori a fare la differenza mettendo al centro esperienza e opportunità?


Cosa accade quando è la voce delle giovani generazioni a suscitare il silenzio dell'ascolto, a farci sentire pronti a prenderci per mano, e scalettare i contributi di una condivisione d'intenti e partecipazione attiva?


Se è vero che scienza e tecnica, come teoria e prassi, sono le basi per la costituzione, l'organizzazione, l'amministrazione di una direzione della vita pubblica, è altrettanto sensato saper sedersi attorno a un tavolo e per ogni problema, cercare nel bagaglio delle nostre conoscenze, gli strumenti per la soluzione più appropriata.


Vale sempre il detto che ognuno di noi è in possesso di una macchina del tempo, per il passato sono i ricordi, nel il futuro i sogni.


Camminando accanto ai testimonial di Filo Rosso Non Solo Food, ci siamo immersi tra le pieghe del tempo e raccolto i semi di due inchieste: mare e terra.


Consapevoli di aver invitato grandi realtà del nostro territorio, pronte a confrontarsi sulle opportunità dell'Agenda 2030 e sulle scelte di una transizione alla sostenibiltà alimentare e ambientale, si è acceso il microfono all'interno delle imprese.


Seguiamo a distanza gli esperti e i ricercatori dediti a studiare gli strumenti e le procedure verso più capillari e monitorate Politiche del Cibo, ma raccogliamo i punti interrogativi che spesso arrivano proprio dalle piccole e medie imprese della filiera agroalimentare.


Lo sconcerto non è solo la distanza empirica da esse, ma la gestione quotidiana di azioni che messe a sistema, quanto meno, raccontano una storia di soluzioni e dipingono scenari nuovi.


I colori su questa ampia tela si fanno di un verde acceso quando si parla di lotta alla salvaguardia della biodiversità, sfumano nell'oro dell'agricoltura, se si colgono le pratiche della tutela de suolo, virano al blu profondo, quando sono i tesori del nostro mare a parlare e nel mentre, appaiono ai lati del disegno, le linee guida europee, come strisce bianche sull'asfalto.


E' davvero tutto così complicato?


Con questa introduzione vi presentiamo alcune interviste che aprono all'incipit dei capitoli dell'ebook di sintesi che di pagina in pagina, intervista dopo intervista, raccolta delle fonti e analisi dei dati del territorio di Bologna, svolgono il ruolo principale delle pietre miliari.


Calcolate che i numeri la fanno da padrona e con l'obiettivo di raggiungere al più presto la soglia massima di 180 realtà imprenditoriali selezionate per valori e contenuti di progetto, il nostro screenplay è un corale.


Sulla piattaforma di www.bologna4a.com potete seguire le pagine di progetto, quelle di adesione a Non Solo Food, e la gallery delle interviste, come note di registrazione del nostro viaggio.