Premio Eccellenze Calabresi: Essere italiani è un brand

Aggiornamento: 18 mag

Bologna ha accolto, da venerdì 13 a domenica 15 maggio 2022, la visita ufficiale della delegazione del Rotary Club di Rende (CS) per la consegna del “Premio Eccellenze Calabresi.


Il momento formale si è tenuto presso l’area del brand Tipicheria Calabrese, nel parco tematico di Fico Eataly World. Il pubblico di turistici e famiglie, ha potuto partecipare e ascoltare le storie di professionisti e personalità a cui va il merito di continuare a trasferire, oltre i confini territoriali della Calabria, un messaggio solare di “resilienza”, carico di esempi imprenditoriali, a cui “guardare” per un continuum di “fatti e non parole”, post-pandemia.


Gli incontri hanno messo a segno un percorso di partecipazione e cooperazione su progetti umanitari e sociali su cui il club e gli stessi imprenditori in veste privata, lavorano quotidianamente per mantenere vivo il rapporto con la cittadinanza, le istituzioni e la governance della comunità.


Lo spirito imprenditoriale e la professionalità dei soci, trova nelle iniziative e negli incontri di approfondimento uno stimolo per andare, anche, oltre confine regionale, premiando coloro che si distinguono nell'essere dei punti di riferimento e formazione.


La storia delle persone è strettamente legata al territorio di appartenenza che oggi non ha confini territoriali. Grazie alla digitalizzazione portiamo la nostra casa in tutti gli angoli della Terra. Eppure tutto parte dalle persone e non dobbiamo dimenticarlo mai.



Impreziosire la nostra vita di opere uniche, è profondamente legato alla Storia del nostro Paese, quanto alla sua cultura. Per questo motivo, a fine evento, è stato premiato anche il Maestro Gerardo Sacco. Una storia nella storia e un esempio di come nella vita si possano raggiungere obiettivi di rilevanza mondiale facendo coesistere curiosità e doti personali.


La sfilata della nuova collezione del Maestro Gerardo Sacco ci ha condotto al senso dell’eternalismo, ove tutti gli eventi legati al passato o al futuro coesistono, a fronte di un attualismo che svanisce in 140 caratteri social.



Non sono mancati gli spunti di riflessione su una situazione del paese post-pandemia ma il focus di tutti gli interventi è sempre stato concentrato sulle persone e il loro supporto alla comunità.


E’ ora di presentarvi gli ospiti e di ascoltare alcune interviste realizzate durante l’evento.


Don Giacomo Tuoto è stato parroco-rettore della Cattedrale di Cosenza. Attualmente è Vicario Episcopale per la Pastorale Sociale, la Promozione Umana e la Cura delle Fragilità, dell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano. È anche Socio Corrispondente dell’Accademia Cosentina, giornalista pubblicista, Presidente della Fondazione Cenacolo Mariano e componente del Consiglio Generale della Fondazione Carical. Membro del gruppo fondatore della Sezione di Cosenza dei Cavalieri dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, ha promosso anche la nascita del Gruppo CISOM di Cosenza, emanazione dei Cavalieri del Sovrano Militare Ordine di Malta. Ha concorso, con il Club Unesco di Cosenza, al riconoscimento della Cattedrale di Cosenza come “Monumento Testimone di una Cultura di Pace Unesco”. Autore dei volumi “Madonna del Pilerio” (quarta ed. Rubettino Editore) e in presentazione proprio in questi giorni “La cattedrale di Cosenza” (Luigi Pellegrini Editore)


Le persone sono la più grande e vera ricchezza.

“Questi tre giorni sono stati ricchi di umanità. Persone che non sono numeri. Tutti con una ricchezza e profondità unica. Questo non solo arricchisce ma provoca una riflessione importante. La dimensione umana ha sempre un risvolto in tutte le manifestazioni dell’uomo, siano esse lavorative, economiche, culturali eccetera. La sensazione ed esperienza di questi giorni è che abbiamo condiviso il vissuto ed esperienze di queste persone che sono una vera e propria ricchezza, una risorsa. Lascio Bologna con la volontà di ritornarci, perché, sottolineo, le persone sono la più grande e vera ricchezza. Partiamo dell’uomo, per ogni passaggio successivo.


Rotary Club Rende (CS) - Organizzatore dell’evento.

“La risoluzione di problemi reali richiede vero impegno e visione. Per oltre 110 anni, i soci delle oltre 33 mila sedi nel mondo, sono pronti ad agire facendo leva sulla loro passione, energia e intelligenza per realizzare progetti sostenibili. Dall’alfabetizzazione all’edificazione della pace, dall’acqua alla salute, siamo continuamente impegnati, fino alla fine, a migliorare il mondo in cui viviamo.”